Transaminasi alte

In questo sito tutte le informazioni sulle transaminasi in generale, sulle transaminasi alte, su quali rischi per la salute comportano e soprattutto su come abbassare le transaminasi alte per migliorare la salute e la forma fisica.

Come abbassare le transaminasi alte




Se ci stiamo ponendo questa domanda probabilmente abbiamo appena verificato il risultato delle analisi del sangue e stiamo pensando di dare una svolta al nostro stile di vita e rientrare nei canoni alimentari più consoni.

Le transaminasi sono gruppi di enzimi di natura differente che si occupano della transamminazione, ossia della trasformazione di un aminoacido in un altro. Si trovano nei muscoli ma hanno una concentrazione maggiore nel fegato, quando le cellule di un muscolo o nel dettaglio le cellule del fegato risultano danneggiate, le transaminasi si riversano nel sangue generando la patologia di transaminasi alte. Se vuoi avere più informazioni su cosa sono le transaminasi clicca quì.

Le transaminasi alte sono generalmente attribuibili a diverse cause che si possono raggruppare in cause epatiche, cause non epatiche e cause rare. Le cause epatiche più comuni fanno riferimento al consumo di alcool, e dalla presenza di una patologia di epatite cronica B e C, nonché da una forma di steatoepatite cronica ( accumulo di grassi nel fegato ). In alcuni casi le transaminasi alte possono essere causate da un’errata assunzione di farmaci e dall’assunzione di cibo avariato, naturalmente in questi casi si tratta di stati di alterazione delle funzioni del fegato temporanee. Le cause non epatiche solitamente sono associabili a possibili casi di celiachia, emolisi, miopatie ed in alcuni casi sembra anche documentato l’impatto sulle transaminasi alte di un esercizio fisico eccessivo. Le cause rare invece sono associabili a forme di epatite autoimmune o patologie di emocromatosi. Ci possono essere comunque altre cause che determinano le transaminasi alte.

I consigli generici su come abbassare le transaminasi alte sono generalmente sufficienti nei casi di alterazioni temporanee, mentre è necessario un consulto medico specialistico nei casi di patologie del fegato più importanti. In generale è sufficiente :

  • ridurre il peso corporeo, nel caso; in cui si è in sovrappeso
  • Eliminare il consumo di alcolici, se il nostro stile di vita ci porta a fare un consumo eccessivo di alcolici e soprattutto super-alcolici;
  • Minimizzare il consumo di cibi grassi, cercando di mangiare alimenti che non contengano grassi saturi, magari con una dieta ricca di fibre.

Per quanto riguarda la dieta e gli alimenti da evitare per abbassare le transaminasi alte, in generale dobbiamo cercare di evitare tutti quei piatti che possano contenere salse a base di maionese o a base di panna, insaccati come il salame la mortadella e cosi via, fritture varie e soprattutto ridurre l’utilizzo di bevande gassate o estremamente dolci, questo perché nella quasi totalità dei casi sono ricche di conservanti chimici che metterebbero sotto stress ulteriore il fegato.
Oltretutto alla base di un aumento dei valori di transaminasi, spesso viene evidenziata una scarsa propensione del corpo alla metabolizzazione degli zuccheri. Il fegato infatti oltre a trattenere vitamine e grassi, tende a trattenere anche gli zuccheri che in situazione di eccedenza nel sangue vanno a creare uno squilibrio metabolico che si risolve nell’immissione di un maggior numero di transaminasi nel sangue.

Quì trovi informazioni dettagliate su come abbassare le transaminasi alte e su quali sono i cibi da evitare.

Cosa sono le transaminasi alte ?

I valori di riferimento per le transaminasi alte sono il GOT (glutammato-ossalacetato transaminasi) definito anche AST (aspartato-aminotransferasi), e il GPT (glutammato-piruvato transaminasi) definito anche ALT (alanina aminotransferasi), molto importante perché nel fegato si occupa della produzione di glucosio. I valori di transaminasi alte vengono rilevati sia nel caso di aumento assoluto di uno dei due valori, sia dalla variazione del rapporto tra i due che in un fegato sano generalmente sono molto simili tra di loro. Valori normali oscillano fino a 40-45 U/l negli adulti e fino a 80 U/l nei bambini.
Non sono i soli valori che devono essere presi in considerazione nell’analisi della patologia del fegato, sono comunque indicatori di un malfunzionamento epatico.

E’ opportuno ricordare che per non falsare i valori delle transaminasi alte è necessario effettuare le analisi del sangue a digiuno, evitando soprattutto di ingerire nelle 12 ore precedenti qualsiasi tipo di cibo o bevanda che possa causare un aumento temporaneo dei valori.

Rischi per chi ha le transaminasi alte

Purtroppo livelli di transaminasi alte, soprattutto sul lungo periodo, possono portare a gravi rischi per la salute tenendo conto del ruolo fondamentale che il fegato svolge nel corpo umano.
Chi ha livelli di transaminasi alte solitamente denota una situazione infiammatoria del fegato che nei casi meno gravi porta a situazioni di aumento del volume epatico, indurimento del fegato e diminuzione delle funzionalità epatiche.

L’insufficienza epatica generalmente si manifesta con un leggero cambiamento del colore della pelle, partendo spesso dall’iride dell’occhio, ed a stati di sonnolenza soprattutto dopo i pasti, fino ad arrivare a dolori addominali che generalmente non sono associabili al fegato, ma da un problema all’apparato digerente o alle vie biliari.

La cronicizzazione dell’infiammazione ai danni del fegato, evidenziata da un valore di transaminasi alte, può portare nei casi più gravi ad una epatite cronica con conseguente cirrosi epatica, portando il paziente a dover ricorrere all’eventuale trapianto di fegato.

Se vi siete accorti di questo problema, non disperate comunque non è troppo tardi per poterlo risolvere. Seguite i consigli per abbassare le transaminasi alte e rivolgetevi comunque al vostro medico di fiducia.

Quali possono essere le cause delle transaminasi alte?

I livelli di transaminasi nel sangue possono alzarsi per diverse cause. Alcune delle cause più frequenti sono le seguenti:

  • Epatite
  • Mononucleosi
  • Steatosi epatica
  • Consumo eccessivo di alcool
  • Alimentazione ricca di grassi

Un altra causa che può aumentare il livello delle transaminasi nel sangue è l’assunzione di alcuni farmaci particolari, come ad esempio:

  • Antibiotici
  • Antitubercolari
  • Anti infiammatori se assunti regolarmente

In altri casi è possibile che i valori delle transaminasi alte siano dovute a fattori familiari, sopratutto quando si parla di casi legati a stati infiammatori del fegato associati ad esempio alla steatosi epatica.

Acquista subito il libro consigliato da
TransaminasiAlte.it con ricette e consigli
per ridurre le transaminasi alte: